Espropriazione di area edificata

Valutazione di aree edificate soggette a procedura espropriativa.

Indennità relativa ad aree legittimamente edificate

Seguendo il principio giurisprudenziale secondo il quale un’area allorché è edificata non è più comparabile ad un’area edificabile, poiché il suolo una volta incorporato nel fabbricato perde la sua individualità (salvo i casi della proprietà superficiaria) si è sancito all’art. 38 che l’espropriazione di un’area legittimamente edificata, comporta l’erogazione di un’indennità pari al valore venale dell’immobile, cioè dell’edificio e della relativa area di sedime e di pertinenza.
Un’area edificabile possiede solo una mera potenzialità, ma un’area edificata ha quella potenzialità già espressa in modo ben determinato, per cui sarebbe oltremodo difficile procedere ad una distinzione fra l’edificio eretto e il valore dell’area di sedime relativa.

Leggi tutto...